La lettura del Principe di Niccolò Machiavelli può aiutarti in politica?

D. La lettura del Principe di Niccolò Machiavelli può aiutarti in politica?

(1) Grazie per la A2A.

Risposta breve:

(2) Un politico principiante porta alti ideali, entrando nell’arena politica. Il politico ha idee audaci, vuole servire bene la gente, mantenere il contratto sociale, desidera fornire una leadership illuminata, giocare in modo equo e lasciarsi alle spalle un’eredità gloriosa.

Quindi, il politico diventa accattivante per la scomoda realizzazione del reality show che sta nuotando in un serpente velenoso, non di sua scelta. Dovrebbe essere il regista del film drammatico, ma invece il film lo sta dirigendo. I suoi ideali sono messi a dura prova. C’è una tensione sfrigolante idealista-pragmatico che lo lacera.

Entra in The Prince.

(3) Qual è il principe?

  • È un libro tecnico sulla politica.
  • Riguarda la moralità e la vita pubblica , in quanto tale,
  • il suo sottotesto è etico.

(4) Quali erano i suoi messaggi chiave?

  • Tutti i buoni sovrani hanno bisogno delle qualità macho dell’autosufficienza, del coraggio, della risolutezza.
  • Ma, per avere davvero successo, il sovrano ha bisogno di una ” immoralità necessaria “.
  • Tradire, imbrogliare, rubare, uccidere, …
  • Trasse ispirazione dall’archetipo, Cesare Borgia, duca di Valentino
    • Non ho mantenuto le promesse
    • Mentito copiosamente
    • Invitati i soldati ribelli a cenare, li hanno strangolati
    • Nominato un crudele deputato per far rispettare le sue leggi,
    • che ha poi eseguito.
    • Non cristiano nei suoi modi. Per non dire altro.

Sopra: Cesare Borgia

  • Nic ammirava i sovrani di successo nonostante i loro metodi.
  • Come Hobbes, era pessimista sulla natura umana.
  • Politica e moralità erano imbarazzanti compagni di gelo.

(5) C’è stata una serie di reazioni a The Prince.

  • La Chiesa cattolica pensava che fosse positivamente malvagia, degna di un posto nel no-no Index Librorum Prohibitorum.
  • Altri lo leggono come una satira.
  • Altri ancora pensavano che non fosse né morale né immorale. Chiama una vanga una vanga. È un primer politico tecnico. Un codice di condotta per i politici, da definire proprio.

(6) Cosa può imparare un politico moderno dal Principe?

C’è inevitabilmente una differenza tra moralità pubblica e privata .

Devi essere pragmatico e prudente , se non completamente non etico , nella vita politica e nella sfera pubblica.

Devono esserci due serie di standard morali.

  • “La forza è giusta”
  • L’avidità è buona”
  • “Il fine giustifica i mezzi”
  • “La regola d’oro: chiunque abbia l’oro fa le regole”
  • “Il mio paese giusto o sbagliato”
  • “È cane mangia-cane in questo business”
  • “La storia sarà gentile con me, perché ho intenzione di scriverla da solo” ( Winston Churchill )

(7) Ecco cosa ha raccolto un politico da Nic:

Chi ha deciso di scegliere la carriera in politica ma non si preoccupa mai di leggere, praticare e fare questo libro come il suo vangelo con tutto il cuore è semplicemente un MORON.

Questo è quanto questo libro ti aiuterà in politica.

La stessa cosa si può dire su Art Of War di Sun Zi, che verrà di pari passo con Il Principe, a mio avviso entrambi devono averli subito.

Anche Platone’s Republic sarebbe un’ottima aggiunta, ottimo per insegnarti come attaccare e uccidere l’idea di un altro tramite la logica durante dibattiti o semplici conversazioni.

Sì. Il libro è stato scritto per consigliare al “Principe” di acquisire e sostenere il suo potere. C’è questa slide di Powerpoint che riassume molto bene gli insegnamenti chiave https://www.pburgsd.net/cms/lib/… .

Direi che è simile, un sottoinsieme, all’insegnamento dell’Arte della guerra di Sun Zi.

Insegna come si dovrebbero sempre leggere le situazioni esterne di tempo e tendenza, posizione e caratteristiche, e il comportamento dell’essere umano (ad esempio egoismo, avidità), per ingrandire il proprio sforzo per raggiungere il proprio obiettivo.

Certamente può, ma non è destinato ai politici in senso moderno.

Il Principe era un manuale introduttivo di base destinato a un giovane che ereditava la regola (più o meno l’oligarca più ricco e potente di un certo numero di famiglie rivali di oligarchi, ma in realtà nessun limite legale formale alla sua autorità) di una città italiana Stato.

Il giovane principe aveva bisogno di gestire un impero mercantile relativamente piccolo ma potente, respingendo i rivali dall’interno e i regni / stati città vicini dall’esterno. Aveva bisogno di mantenere la pace, realizzare profitti e difendere il suo status e la sua ricchezza in crescita.

Ed è quello di cui stava scrivendo Machiavelli. Non su come manovrare in una legislatura formalmente democratica, o su come fare campagna per la carica, o navigare nelle statistiche dell’opinione pubblica o nell’analisi strategica delle nazioni rivali.

In effetti, è un discorso sulla leadership. È un po ‘datato e superfluo in alcuni punti anche se incompleto in altri.

È come possedere un martello, con l’intento di costruire una casa. Il martello aiuterà? Indubbiamente. Ma hai bisogno di altri strumenti e forniture per poter effettivamente costruire una casa, un martello da solo non è abbastanza.

Può in molti modi. Lo usarono Mussolini e Stalin.

Ciò che ti renderà efficace in politica, è essere politicamente abile. Non me ne frega niente di quanto Machiavelli leggi, ma se non riesci a capire un buon piano politico proibito o come raccogliere voti al Senato / Parliment, potresti anche rimanere a casa.