Qual è la versione della Seconda Guerra Mondiale del Trattato di Versailles?

ATTO DEL PRESIDENTE MILITARE

  1. Noi sottoscritti, agendo per autorità dell’alto comando tedesco, con la presente ci arrendiamo incondizionatamente al comandante supremo, alla forza di spedizione alleata e contemporaneamente al sommo comando supremo dell’Armata rossa tutte le forze a terra, in mare e in aria che si trovano a questa data sotto il controllo tedesco.
  2. L’Alto Comando tedesco emetterà immediatamente ordini a tutte le autorità militari, navali e aeree tedesche ea tutte le forze sotto il controllo tedesco di cessare le operazioni attive alle 23.01 ore dell’Europa centrale l’8 maggio 1945, per rimanere in tutte le posizioni occupate in quel momento e disarmarsi completamente, consegnando le armi e l’equipaggiamento ai comandanti o ufficiali alleati locali designati dai Rappresentanti dei Comandi Supremi degli Alleati. Nessuna nave, nave o aereo deve essere affondato, o qualsiasi danno arrecato allo scafo, ai macchinari o alle attrezzature, nonché a macchine di ogni tipo, armamento, apparato e tutti i mezzi tecnici per perseguire la guerra in generale.
  3. L’Alto Comando tedesco consegnerà immediatamente ai comandanti appropriati e assicurerà l’esecuzione di ulteriori ordini emessi dal Comandante Supremo, dalla Forza di Spedizione Alleata e dal Comando Supremo dell’Armata Rossa.
  4. Questo atto di resa militare non pregiudica e sarà sostituito da qualsiasi strumento generale di consegna imposto da, o per conto delle Nazioni Unite e applicabile alla GERMANIA e alle forze armate tedesche nel loro insieme.
  5. Nel caso in cui l’Alto Comando tedesco o una qualsiasi delle forze sotto il loro controllo non agiscano in conformità con questo Atto di Resa, il Comandante Supremo, la Forza di Spedizione Alleata e l’Alto Comando Supremo dell’Armata Rossa intraprenderanno un’azione punitiva o altra azione come ritengono opportuno.
  6. La presente legge è redatta in inglese, russo e tedesco. L’inglese e il russo sono gli unici testi autentici.

rappresentanti:

  • Unione Sovietica: il maresciallo Georgy Zhukov a nome dell’Alto Comando Supremo dell’Armata Rossa
  • Regno Unito: il maresciallo capo aereo Sir Arthur William Tedder, in qualità di vice comandante supremo della forza di spedizione alleata,
  • Stati Uniti: il generale Carl Spaatz, comandante delle forze aeree strategiche degli Stati Uniti, come testimone
  • Francia: generale Jean de Lattre de Tassigny, comandante della prima armata francese, come testimone
  • Germania: il maresciallo di campo Wilhelm Keitel come capo dello stato maggiore delle forze armate tedesche ( Oberkommando der Wehrmacht ) e come rappresentante dell’esercito (Heer) ammiraglio generale Hans-Georg von Friedeburg come comandante in capo della marina ( Kriegsmarine) Colonnello generale Hans-Jürgen Stumpff come rappresentante dell’aviazione (Luftwaffe)

Non c’era nessuno.

Il trattato di Versailles alla fine della prima guerra mondiale fu un trattato di pace con termini un po ‘duri e moderatamente umilianti imposti alla Germania.

La seconda guerra mondiale si concluse con una sconfitta tedesca completa e una resa incondizionata. La Germania fu occupata e divisa tra gli alleati vittoriosi. Il sistema educativo era stato sostituito.

62 anni dopo, l’esercito americano è ancora schierato sul suolo tedesco.

Non ce n’era uno. La resa fu firmata e gli alleati avevano già un piano elaborato per il futuro geografico della Germania e le riparazioni da pagare. Ma ancora una volta, questo non è un trattato di pace.