Cosa c’è di sbagliato nel socialismo? Non capisco perché sarebbe così male. Quali sono i veri esempi, almeno nella storia britannica, che sono le ragioni per cui gli anni ’60 dicono che non funziona?

Ecco come ho risposto a domande simili su Quora:

Marx pensava che il capitalismo avesse seppellito in sé i semi della sua stessa caduta. Tuttavia, questi non si attiverebbero automaticamente, ma dipenderebbero dai suoi cercatori di tombe (la classe operaia sotto il capitalismo, il proletariato) che lo rovescerebbero.

Inoltre, il marxismo non ha fallito poiché non è stato ancora messo in pratica.

Non fallì nell’ex Unione Sovietica [fSU] – o in qualsiasi altro luogo, dal momento che la versione del comunismo / socialismo di Marx si separò da quello che in seguito divenne noto come marxismo-leninismo nella fSU a metà degli anni 1920 dopo la morte di Lenin (cioè, si separò dallo stalinismo e da quello che in seguito divenne maoismo e Castroismo).

Ci sono diverse ragioni per cui il socialismo non poteva essere costruito nella FSU, date le condizioni che i bolscevichi dovettero affrontare nel 1917:

1) Come vedeva Marx, il socialismo / comunismo poteva funzionare solo se esistesse un’enorme abbondanza nella società interessata (ovvero un’economia molto sviluppata unita a livelli elevati di produttività). Questo non era il caso della FSU, o, in effetti, in Cina, Cuba, gran parte dell’Europa orientale, Vietnam, Corea del Nord, Laos o Cambogia. Erano tutte economie arretrate o si stavano riprendendo dalla guerra. Non puoi creare socialismo dove c’è scarsità. Può essere costruito solo sul retro dell’abbondanza. [Perché è così riceveranno risposta su richiesta.] Quindi, Lenin e i bolscevichi (pre-1925) guardarono alla massiccia capacità produttiva dell’economia tedesca di venire in loro aiuto – su questo, vedi sotto.

[Tuttavia, Marx iniziò a cambiare idea più tardi nella vita e pensò che una qualche forma di socialismo potesse essere possibile anche nella Russia arretrata, ma è discutibile che a quel punto fosse nella sua dotage.]

2) Allo stesso modo, se non più importante, una società socialista / comunista può essere costruita solo dalla classe lavoratrice, organizzata per sé e per sé, agendo democraticamente per proprio conto e non affidandosi a nessun altro per fare questo per loro. La rivoluzione russa fu inizialmente guidata dalla classe lavoratrice urbana (in alleanza con i contadini), ma quella classe fu tagliata a nastri dalla prima guerra mondiale – poi decimata ancora di più dalla guerra civile nella FSU dopo la rivoluzione del 1917, e poi dalla carestia che seguì quella guerra civile. Non è possibile costruire il socialismo se non esiste una classe operaia (e con questo intendo il proletariato , una sezione diversa della classe operaia dai contadini).

[Ancora una volta, perché sarà così sarà spiegato su richiesta.]

Quindi, Lenin e i bolscevichi (ma non la cricca attorno a Stalin) sostenevano che la loro rivoluzione fosse condannata a meno che le rivoluzioni che si stavano diffondendo in tutta Europa a quel tempo non fossero riuscite in Ungheria e in Italia, ma soprattutto in Germania. Quelle rivoluzioni fallirono per vari motivi, e con ciò le prospettive per la fSU si spensero .

[Le rivoluzioni in Cina e Cuba non furono neppure rivoluzioni proletarie (per quanto popolari fossero state all’epoca), ma furono condotte da eserciti di guerriglia, costituiti in gran parte da contadini, studenti e “intellettuali”, ecc. Qualunque cosa emerse come un il risultato – e indipendentemente dalle intenzioni di coloro che partecipavano, per quanto ben intenzionati o nobili fossero stati – non poteva in alcun modo essere definito socialista / comunista. Ancora una volta, non è possibile creare una tale società aggirando il proletariato. Più o meno lo stesso si può dire del Vietnam (che, nonostante la retorica, era una rivoluzione nazionalista, non comunista, prima contro i francesi e poi contro gli Stati Uniti), Laos e Cambogia. La Corea del Nord fu istituita come un regime fantoccio che esisteva solo e poi sopravvisse grazie al sostegno dell’esercito rosso (russo e cinese). Le “rivoluzioni” in E Europa negli anni successivi alla Seconda Guerra Mondiale furono perseguite invadendo i carri armati dell’esercito rosso, e così potevano essere definite socialiste / comuniste solo da qualcuno con un contorto senso dell’umorismo.]

In relazione a quanto sopra ci sono alcune considerazioni aggiuntive, che sono un po ‘più teoriche, che differenziano l’approccio al socialismo di Marx e Lenin da quello di Stalin, i più importanti dei quali sono i seguenti:

3) Esistono infatti due forme di socialismo:

a) “socialismo dall’alto”, e

b) “Socialismo dal basso”.

La prima forma cerca di portare il “socialismo” nella massa della popolazione, che lo voglia o no . È imposto dall’alto da uno stato centralizzato, o persino democraticamente legittimato, come suggerisce il nome. Questo approccio è stato adottato da vari movimenti politici e ideologie, tra cui lo stalinismo, il maoismo, il Castroismo, il Chavezismo (come abbiamo visto in Venezuela negli ultimi tempi), la socialdemocrazia [SD] e il blanquismo cospiratore – su questo, segui il link sotto.

Spesso, la popolazione acconsente a questa forma di socialismo, e all’inizio potrebbe addirittura accoglierlo, fino a quando non scoprono che non funziona . Questa varietà di socialismo lascia la massa della popolazione passiva e invariata (tranne nei casi in cui è loro permesso, in alcuni casi, di votare di tanto in tanto, o sono tenuti a fornire foraggio da cannone in difesa di questa nuova forma dello stato), e quindi, come tali, rimangono una minaccia per la nuova classe dominante che si è formata come risultato (come abbiamo visto in Russia, Europa, Cina e Cuba).

Blanquismo – Wikipedia

Questo perché il “socialismo dall’alto” o (i) lascia invariata la struttura di classe della società (come sempre nel caso della DS), oppure (ii) introduce una nuova élite al potere (come nel caso del comunismo, dopo il 1925 ) – ma, in entrambi i casi, la massa della popolazione rimane sfruttata e / o oppressa per i suoi dolori.

[Molti confondono queste forme stataliste di socialismo con il marxismo. Lotteranno a lungo e duramente (e senza successo) per trovare qualcosa negli scritti di Marx che sostenga una così grave distorsione delle sue idee.]

Ogni volta che questa forma di socialismo è stata provata, ha fallito o sta fallendo. Ciò perché (iii) nel caso della SD, i ricchi e i potenti la combatteranno sempre, tenteranno di strangolarla a morte, o di manovrarla / costringerla a compromettere i pochi principi che sposa in modo che diventi gradualmente un pallido riflesso di quelle parti che rappresentano sinceramente e apertamente gli interessi dell’élite al potere – cioè, in modo che inizino ad assomigliare in una certa misura ai partiti conservatori e di altri partiti di destra – come abbiamo visto più volte negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia, Spagna, Germania, Italia , Scandinavia, S America, ecc. Ecc. Quindi, SD non cambia la società in alcun modo fondamentale e lascia il controllo della divisione di classe – e quindi dei ricchi e potenti.

Chiunque sia in carica sotto questa forma di “socialismo”, l’1% in alto, i suoi rappresentanti e i suoi ideologi sono sempre al potere, il che significa che i politici delle SD devono accettare questo fatto (spesso chiamato “essere realistico”), oppure saranno fuori dalle loro orecchie.

[Questo fa parte del motivo dell’aumento del “populismo” in tutto il mondo in questo momento, poiché la massa della popolazione reagisce al fallimento a lungo termine della DS e della “democrazia liberale” di agire nei loro interessi.]

D’altra parte, i regimi comunisti lasciano il mondo capitalista in gran parte intatto, isolandosi dalla divisione internazionale del lavoro, che a lungo andare rende le loro economie inefficienti e totalmente incapaci di competere con il resto del mondo. In tal caso, sono destinati a fallire. Quindi, o lentamente si strangolano a morte, o sono soffocati dai poteri imperialisti.

Come hanno sostenuto Engels, Lenin e Trotsky, le isole del socialismo non possono essere create in un mare di capitalismo e qualsiasi tentativo di farlo fallirà sempre. Gli stalinisti e i maoisti non erano d’accordo, ma, purtroppo, la storia ha dimostrato che Engels, Lenin e Trotsky avevano ragione, e avevano torto.

La seconda forma di socialismo, il “socialismo dal basso”, rappresenta l’opinione di Marx, Lenin e Trotsky. Coinvolge la grande massa della popolazione creando una società socialista per se stessi, non aspettando che qualcuno o qualsiasi partito lo faccia per loro .

Tuttavia, questa versione del socialismo deve diffondersi e impadronirsi delle economie fondamentali del capitalismo in modo che non possa essere strangolata nel modo sopra descritto, poiché il proletariato di ogni paese si ribella alla propria classe dirigente. Non stiamo parlando di invasione qui; un’invasione da parte di un paese socialista esterno o straniero non cambierà la classe operaia del paese invaso nel modo richiesto – devono cambiare se stessi a modo loro, con la propria rivoluzione. Ogni sciopero, ad esempio, è una mini-prova per questo (che gli scioperanti lo apprezzino o meno), in cui i lavoratori sono costretti dalle circostanze a organizzarsi nelle proprie comunità, condividendo denaro, vestiti, cibo, alloggio, ecc. In effetti, devono gestire una loro società mini-socialista per alcune settimane o mesi.

Questo è un fatto di base sulla visione del socialismo di Marx che SD, Stalin, Mao, Castro e tutti gli altri che sostengono il socialismo dall’alto, non sono riusciti a comprendere, così determinati se imponessero il “socialismo” ad altri paesi, o, in effetti, sulla propria gente.

4) Ancora una volta, collegato a quanto sopra, e principalmente nel caso della FSU, sono le seguenti considerazioni:

Quando Stalin e i suoi scagnozzi presero il potere a metà degli anni 1920, sapevano benissimo che gli stati capitalisti o li avrebbero strangolati a morte o li avrebbero invasi e schiacciati.

Questo lo farebbero per (a) “mettere in quarantena” la rivoluzione bolscevica, (b) garantire che fallisse, o (c) distruggerla fisicamente per impedire che si diffondesse l’idea che i normali lavoratori siano in grado di ricostruire la società per se stessi e nel loro stesso interesse.

Ma la FSU a metà degli anni ’20 era ancora economicamente arretrata; infatti, l’85% della sua industria era stata distrutta dalla prima guerra mondiale e dalla guerra civile che seguì. Come sosteneva Stalin, avrebbero dovuto colmare il divario che sbadigliava tra la loro economia e il resto del mondo capitalista in una generazione o sarebbero stati schiacciati.

[Questo è davvero ciò che è stato tentato dai nazisti nel 1941, che in origine erano stati considerati da molti politici e individui potenti nel Regno Unito e negli Stati Uniti, ad esempio, come “buoni anticomunisti” – quindi, all’inizio, abbiamo avuto ” pacificazione “(nel Regno Unito) e” isolazionismo “(negli Stati Uniti).]

Ciò significava che il regime stalinista avrebbe dovuto imporre un regime antidemocratico, autocratico e oppressivo alla massa della popolazione attiva della FSU . Questo perché, per raggiungere lo stato, lo stato comunista dovrebbe sottoporre la popolazione attiva a un super sfruttamento , per cui la percentuale di ricchezza destinata a quella parte della società verrebbe ridotta quasi ai livelli di sussistenza, e spesso anche al di sotto (da qui le enormi carestie, ad esempio, in Ucraina) – in modo che gli investimenti nell’industria pesante potessero essere massimizzati. Questo a sua volta significava che lo stato doveva essere totalitario, eseguendo e terrorizzando centinaia di migliaia, incluso quasi tutti i principali rivoluzionari del 1917, dal momento che i lavoratori avrebbero resistito, come hanno sempre fatto, a un’estrema deprivazione economica, antidemocratica imposizioni e privazioni. Solo il terrore assoluto li avrebbe intimiditi abbastanza.

In questo modo, il comunismo post-1925 si distrusse da tali mosse – mosse forzate su di esso cercando di creare il “socialismo in un paese”. Il tentativo di mettersi al passo con “l’Occidente” ha costretto il regime stalinista a calpestare ogni principio socialista che una volta aveva sposato. Così divenne il suo contrario.

In misura maggiore o minore, le stesse considerazioni si applicavano a tutto l’ex blocco comunista. La competizione militare li ha costretti ad adottare diverse forme di totalitarismo.

Quindi, questi regimi non furono mai popolari; al contrario, in effetti – e quando la maggior parte di loro cadde quasi 30 anni fa, come sempre erano condannati a fare, nessuna singola mano proletaria fu sollevata in loro difesa. In effetti, gli operai erano contenti di vederne il retro e molti si unirono persino alla loro demolizione .

Quindi, lo stesso socialismo marxista (e leninista) non ha fallito; non è ancora stato testato su strada. Nessuno sa se funzionerà, ma ci sono buone ragioni per supporre che possa funzionare.

Maggiori dettagli qui:

https://www.marxists.org/archive…

https://www.marxists.org/archive…

Come funziona il marxismo

Qual è la vera tradizione marxista?

La futura società socialista

Angora, il primo problema è decidere cosa significhi “socialismo” – ha significato molte cose diverse, se correlate, per molte persone. Partiamo dall’alto:

La definizione più semplice di “socialismo” è che i diritti e gli interessi della società nel loro insieme prevalgono su quelli dell’individuo da solo. Questo va bene fintanto che non provoca estremi, come la “riduzione” dei disabili come costi per la società. Ciò è avvenuto, certamente per quanto riguarda la sterilizzazione forzata in diversi paesi, compresi gli Stati Uniti. I nazionalsocialisti (che chiamiamo nazisti) e l’Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche (URSS) si sono spinti fino all’uccisione di interi gruppi che vedevano parassiti, in un caso ebrei, rom e handicappati mentali, nell’altro. borghese e “elementi antistatali”. Questo è un aspetto negativo memorabile del socialismo

Un’altra definizione comune è la proprietà statale dei mezzi di produzione. L’idea è che i profitti, piuttosto che andare agli individui, vanno nello stato in cui vengono utilizzati a beneficio di tutti. Tuttavia, in pratica, ciò ha portato troppo spesso a indulgenza indolente da parte della gestione della gestione delle società statali e molte di queste industrie si sono vendute per creare più concorrenza ed efficienza. Questo è stato molto importante nella storia britannica in cui tutte le compagnie energetiche, telefoniche, postali e ferrovia erano un tempo di proprietà dello Stato ed erano molto inefficienti.

Se riesci a trovare un significato migliore o alternativo di “socialismo”, questo potrebbe evitare questi problemi, ma per coloro che li ricordano, il termine “socialismo” è macchiato per sempre di ozio malvagio o corrotto.

Il “socialismo” sta iniziando a perdere qualsiasi significato. Se sei un ala destra degli Stati Uniti significa usare i tuoi dollari delle tasse per acquistare voti dai deadbeat. Se sei un rivoluzionario di sinistra significa assumere l’intera macchina dello stato, compresa la produzione e la distribuzione di merci, la produzione agricola ecc. Da qualche parte nel centro c’è l’idea che i governi abbiano la responsabilità di reindirizzare almeno alcuni risorse fiscali in modo equo per l’intera società.

I problemi che si sono verificati in regimi dichiaratamente socialisti come la Russia sovietica (ora defunta) e la Repubblica popolare cinese (che sta andando forte) sono quelli del controllo – sulle persone e sull’economia. Una volta che esiste un enorme apparato statale che cerca di controllare tutto, emergono inflessibilità nella produzione e distribuzione, nell’agricoltura ecc. (Per non parlare delle violazioni dei diritti umani contro i dissidenti). Le economie di comando sono brave a produrre armi e razzi (vedi DRNK), istruzione gratuita e cure sanitarie, ma almeno in passato si sono dimostrate non molto brave a mettere merci e cibo nei negozi. La RPC l’ha capito molto tempo fa e ha consegnato l’economia agli investitori privati ​​e ai produttori, nonché ai produttori agricoli, pur mantenendo un alto livello di controllo statale su alcuni aspetti della società.

La risposta tradizionale alla tua domanda di sinistra è “non sappiamo cosa c’è che non va nel socialismo perché non è mai stato provato”.

Il socialismo non ha mai funzionato da nessuna parte. Non appena finiscono i soldi degli altri, cade a pezzi. Va contro la natura umana. I governi socialisti hanno distrutto le contee di tutto il mondo. La caduta dell’URSS e delle contee associate come la Germania dell’Est testimoniano il disordine provocato dal socialismo.

Confronta Easr Germania con Germania Ovest, Corea del Nord con Corea del Sud. L’elenco è infinito.

Ciò che è sbagliato nel socialismo può essere la stessa cosa che è sbagliata in tutte le teorie economiche di cui ho sentito parlare: una definizione sfocata e incompleta dei diritti di proprietà. Senza diritti di proprietà, senza il diritto di conservare e usare i frutti del tuo lavoro, perché preoccuparsi? Senza la motivazione a lavorare e produrre, l’economia ristagna. Bene, questo è un filo conduttore negli argomenti secondo cui il socialismo non può funzionare.

Ciò è ulteriormente complicato dalla meccanizzazione e dall’automazione. Le preoccupazioni che i dispositivi per il risparmio di manodopera elimineranno i lavori vengono respinte con la certezza che ci saranno molti lavori nella costruzione e nella manutenzione delle macchine. Che sia vero o no, c’è stato un prodotto nazionale lordo in crescita, ma i salari e le entrate della maggior parte delle persone sono rimasti stagnanti dai primi anni ’70. La caduta della domanda è stata ritardata da un massiccio uso del credito su scala sia personale che nazionale – fino alla fine dell ‘”allentamento quantitativo”.

Ora, il problema che dobbiamo risolvere è questo. Come possono le persone avere un reddito abbastanza grande per vivere senza dover lavorare per esso senza dover rimuovere la motivazione dei produttori e dei proprietari delle macchine?

Penso possa essere fatto.

Il puro socialismo non ha funzionato. I due esempi più citati di questo sono la Russia sovietica, oltre ai suoi stati satellite, e la Cina comunista. Il Venezuela è oggi il bambino poster per il fallimento del socialismo come lo è Cuba. Tutti sono stati dittature omicide con economie gravemente in crisi.

Il socialismo misto al capitalismo sembra funzionare abbastanza bene. In questo caso formano ciò che è noto come economia mista. Quasi tutti i paesi hanno economie miste in un modo o nell’altro ormai giorni. Gli Stati Uniti sono generalmente considerati un paese capitalista, ma non sono affatto strettamente capitalisti in quanto hanno incorporato elementi del socialismo nella sua economia dall’inizio del XX secolo.) Cina e Russia hanno abbandonato il socialismo puro (comunismo) per le economie miste. Anche i cosiddetti paesi socialisti dell’UE sono economie miste. È solo una questione di laurea.

Purtroppo negli Stati Uniti tendiamo a confondere il comunismo con il socialismo. Il socialismo funziona bene nelle economie industriali altamente sviluppate con determinate fazioni dell’economia in cui i mercati liberi non sono pratici. Sfortunatamente il comunismo prese piede nelle società agricole e, a mio avviso, mantenne le persone povere. Persino le forme più lievi di socialismo come l’India sotto la famiglia di Nehru non funzionavano davvero. Penso che la storia indichi che il socialismo non è un buon modo per costruire un’economia industriale, ma nelle sue forme più morbide è un buon modo per evitare i suoi eccessi una volta che un’economia industriale è stata creata.

Quelli che non pensano che funzionerà sono per lo più idioti. Non riescono a riconoscere che i nostri vigili del fuoco, le biblioteche, i dipartimenti di polizia, ecc. Sono TUTTI socialisti.

Tutti pagano, quindi tutti ne beneficiano.

È lo stesso con l’assicurazione sanitaria. Lavori di assicurazione auto, Lavori di assicurazione antincendio, Lavori di assicurazione di volo e di vacanza, Lavori di assicurazione di casa, Lavori di assicurazione di titolo, ma SONO ASSOLUTAMENTE CERTI che l’assicurazione sanitaria non funzionerà. È davvero assinino se ci pensate. (I piani di assicurazione sanitaria per animali domestici funzionano, ma per gli umani NON funzioneranno? Come può essere?)

Ci sono MOLTE persone stupide qui negli Stati Uniti. Ecco come siamo finiti con Donald Trump.

Lascerò al grande statista britannico, Winston Churchill, rispondere a questa domanda per me.

“Il socialismo è la filosofia del fallimento, il credo dell’ignoranza e il vangelo dell’invidia”.

E

“Il vizio intrinseco del capitalismo è la condivisione ineguale delle benedizioni. La virtù intrinseca del socialismo è la condivisione equa delle miserie “.

Non è male, è buono. Semplicemente non funziona.

Guarda le scuole negli Stati Uniti. Scuole pubbliche, scuole socialiste se vuoi, fallisci. Chiedono e spesso ottengono più denaro. Le scuole private falliscono, falliscono perché nessuno manda loro i loro figli.